Writing prompt: “La voce del ponte”

hbpostcard.jpg

La voce del ponte

Le carezze dei suoi piedi
baci sulla mia pelle di pietra.
Tremo immobile d’incanto.

Ora è prona sull’acqua.
Gli occhi schiusi, viscidi lumi
nel viso sommerso.

Preme i seni sul mio fianco.
Il tramonto mi arrossisce
della frenesia di cui non posso bagnarmi.

Le sue mani rosate di lividi
spirano in un velo di cute pallido
e molle logorato dai pesci.

Si erge sul bordo e la immagino danzare
tra il vuoto e il mio corpo di roccia:
l’orgasmo di un amplesso invisibile.

La corrente la trascinerà ai miei piedi.

La sua bocca mi saluterà rigida in un urlo inerte.

Vivrà putrida tra le mie dita,
e fertile di corruzione e futilità,
svanirà oscena nell’eterno inesistente.


Nota: il corsivo distingue il racconto del passato da quello del presente.

Writing prompt da http://scriverecreativo.wordpress.com

Cosa evoca in voi “La voce del ponte”? Scrivetelo nei commenti! Condividete la vostra storia.

Annunci

Esercizio: fatti ispirare dai tarocchi

photo_2018-07-04_20-37-47
Da sinistra a destra: 7 di denari, 5 di coppe, regina di coppe, gli innamorati, le stelle, 3 di bastoni. “Tarocchi di Bosch”.

Oggi ho scelto delle carte a caso dal mazzo dei Tarocchi di Bosch ed ecco cosa mi hanno ispirato. Ogni strofa tranne l’ultima contiene un riferimento a uno o più di questi simboli, reinterpretati da me.

Potessi svuotare il mio corpo
e versarne gli organi in un olocausto febbrile,
potrei dimenticare di aver colato oro rovente nella mia gola.

Nel tuo utero va in rovina Babilonia.
Abbandona le ninfe che raccolgono la sorte
e lasciati gonfiare dal mio supplizio.

Cucirai la mia pelle deforme,
tu che hai il progetto della mia anima.

Regnerai sulle mie ossa e le mie passioni,
le decorerai con un arabesco di meraviglia
finché il mio sangue non sarà sacro.

Ti attenderò marcendo
in una pozza di pugnali spuntati e veleni esausti,
mia martire di illusioni e pudori antichi.
___________

Ormai avrete capito che il mio stile è un po’ creepy, ehm.

Fatemi sapere cosa ne pensate e soprattutto cimentatevi anche voi in questo esercizio di scrittura creativa! Che storia vi suggeriscono queste carte?

Esercizio: descrivi un temporale senza usare l’udito

8b0ed570da769a380fdd5043d35c8b50

Sembra un disegno a matita, la città. Grigio su pietra.
Cemento frustato dalla pioggia. Fiumi sporchi inghiottiti dai tombini.

Le cime dei palazzi si distendono in preghiera verso i fulmini:
Non abbiamo braci, né foglie d’ulivo per il nostro uscio,
risparmia noi incensieri di tiepida bontà.

Così dietro l’odore morbido e acre
di acqua e di morte,
nel vicolo livido, a un mendicante pallido
la tempesta strappa l’anima e il respiro.

Spunto da un writing prompt su Pinterest.

In città, sul mare, in un bosco buio: com’è il vostro temporale? ricordate di non usare il senso dell’udito nella descrizione!

Esercizio: un’inusuale forma d’amore

(Esplicitazione del tema dell’esercizio alla fine dello svolgimento.)

U6356P352DT20130922164614

Gocce ardenti di frenesia ridisegnano le linee del suo corpo.
Mentre brucia, io palpito.

È l’ultima volta, lo sappiamo entrambe.
Meglio estinguersi nella passione che vivere inerti.

Esplode l’amore atroce che cola di pentimento.
Orgasmi di martirio.

Poi la sua luce soffoca.
La stanza si intristisce.

Rassegnazione e silenzio.
L’amarezza e la tenerezza di essersi amati.

Vivrà ancora nei miei spasmi di ardore.

Titolo: L’addio alla candela

Tema esercizio: oggettofilia.
Spunto da un articolo di Vice.

Esercizio: “Perché hai paura delle stelle?”

milky-way-horizon-night-stars-1920x1080-90431

«Perché avete paura delle stelle?»

Il vecchio lo fissò per un attimo, continuando a mescolare la tisana di verbasco. Il fumo del falò si dimenava gettandosi nell’apertura in alto del tipi.

«Hai mai visto un cadavere, Jim?»

L’uomo scosse la testa con aria interrogativa.

«Se le stelle sono le anime dei nostri defunti, cosa credi che facciano lassù?», diede un sorso e corrugò le labbra, «Noi non crediamo in Dio, Jim, e quando una persona muore non trova la pace eterna. Si muore con dolore, si muore con paura, rimpianto. L’ultimo sentimento che ci accompagna nello spirare rimane avviluppato alla nostra essenza». Ravvivò il falò con un ciocco di legno e il fuoco sbuffò scintille incandescenti.

«E con ciò?»

Il saggio stava ora guardando pensieroso la sua tazza di terracotta. «Nella tua cultura, molti temono la vista dei cadaveri, giusto?» e diresse lo sguardo negli occhi di Jim, «Perché?»

«Non so, hanno paura che tornino in vita e facciano loro del male, forse… e la morte fa paura in generale.»

«Vedi, i nostri avi stanno lassù, a bruciare di passioni terribili, e ci osservano. Corrono e ruotano nella sfera celeste con la speranza di raggiungere di nuovo la terra, ma si perdono negli abissi dell’orizzonte. Noi li guardiamo apparire nel buio, ricordandoci di come strazieremo riempendo le loro fila e chiedendoci se riusciranno mai a arrivare quaggiù a impossessarsi della nostra carne viva.»

 

Idea esercizio: Pinterest.

Questo writing prompt curioso ed originale stuzzica la vostra ispirazione? perché avere paura delle stelle? Partecipate all’esercizio nei commenti! 

Ispiriamoci e correggiamoci! 

Esercizio: sirena

John_William_Waterhouse_-_Mermaid
John William Waterhouse – Mermaid

Le sue membra morbide erano scosse dalle onde. I miei sussulti di cupidigia si unirono al suo canto.

I miei occhi si fecero specchio del suo inganno.

Affondati i piedi nella sabbia, strisciava tra i corpi morti verso il suo rifugio. Le catene del desiderio mi trascinavano dietro al profumo della sua pelle.

Mentre annegavo fra i suoi seni, lei stringeva le unghie nella mia carne. Mentre zampillavo di frenesia, i suoi denti strappavano i miei muscoli. Consumata la brama, le mie grida narravano di ogni fibra lacerata, del sangue che schizzava sul suo viso. Lei, muta, estirpò ogni arto, finché rimasi, sporco della mia passione, ad unirmi al fetore della sua isola.

 

Idea esercizio da https://aspirantiscrittori.forumcommunity.net

E a voi cosa viene in mente sul tema delle sirene? ispiratevi anche al magnifico dipinto di Waterhouse! Provate a cimentarvi con questo esercizio nei commenti!

Ispiriamoci e correggiamoci!